info@sfidacontro.it

Toscana, Italia.

Chi sono

Il primo passo quando non si conosce è cercare di scoprire il più possibile. Spero di non annoiarvi.

Chi sono

Io sono David Mosconi, il creatore di questo sito, ho 55 anni e vivo a Sansepolcro (AR) per la seconda volta, ma le mie origine provengono dal Casentino (proprio come Michelangelo Buonarroti), sempre in provincia di Arezzo, ma da un piccolo paese (Serravalle di Bibbiena) vicino al centro spirituale e Monastero centrale dei Monaci Camaldolesi dell'ordine dei Benedettini, che si trova appunto a Camaldoli nel Comune di Poppi (AR)

Ecco, la mia storia parte proprio da questo Monastero, dove nel 1977 in occasione di una visita parrocchiale insieme ai miei amici del paese, vidi per la mia prima volta le opere d'arte che un Monaco facendoci da guida all'interno del Monastero ci faceva vedere. A differenza di tutti i miei amici/che presenti, otto in totale, il frate che ci accompagnava si accorse del mio stupore nell'ammirare quelle opere d'arte e delle continue domande che rivolgevo in merito a come era possibile fare quadri di quella grandezza e, sculture così perfette.

Così da li ha poco dietro richiesta di quel Monaco alla Suora che ci aveva portati li, chiese di chiedere alla mia famiglia se avessero avuto piacere che io frequentassi il suo laboratorio artistico adiacente al Monastero e, come potrete immaginare anche se non l'avessi desiderato, a quei tempi sarei stato comunque costretto ad andarci. Ma io ne ero ENTUSIASTA.

Quel Monaco che ci aveva fatto da guida adesso era il mio Maestro, di cui non scorderò mai i suoi insegnamenti, lui si chiamava Don Salvatore Frigerio (in arte Monaco) laureato in ingegneria e architettura di Milano e , insieme a me c'era un'altro frate allievo aiutante, che tutt'oggi si trova nell'Eremo di Camaldoli, Don Luigi. Non posso raccontare tutta la mia vita qui, vi dico soltanto che se vorrete saperne di più potrete cliccare sull'icona del social Tumblr in fondo a questa pagina, dove potrete leggere la mia biografia e vedere alcune delle mie opere d'arte.

Ma forse volete sapere perchè ho fatto questo sito e a cosa serve! Dopo tanti anni in cui posso dire di aver vissuto a 360°, avendo fatto tante esperienze lavorative, professionali e artistiche, ho sentito il bisogno di mettere insieme tutto quello che ho imparato e unirlo alle passioni che ho fino da bambino.

Infatti una di queste è proprio la moto. E' si! perchè essendo nato in una casa singola, lontano dai centri abitati, ed essendo sempre da solo e con un Padre anch'esso appassionato di motori, il mio vero e forte interesse era di poter guidare quelle moto che avevamo nel garage, una Ducati 98 e una Isomoto, ero sempre in sella a quelle moto, facendo finta di sfrecciare per la strade, ma le uniche volte che potevo davvero sentire il vento sulla faccia era quando il mio Nonno paterno mi portava la Domenica a messa in una piccola chiesa di una frazione del paese, Pian del Ponte.

Avevo circa 4 anni ma mi ricordo come fosse ieri. ma purtroppo dopo poco mio Nonno morì ed nessuno più mi portava sulla moto. Se non che un bel giorno (all'incirca a 8 anni) mio Padre mi mise seduto sopra ad una grande bicicletta con un motore piccolo sotto, ma che poteva funzionare anche con la ruota libera, proprio come una bicicletta, io arrivavo a mala pena ai pedali e mio Padre mi teneva in equilibrio sorreggendomi dal portapacchi di dietro, ma già al primo tentativo dopo pochi metri che pedalavo, non sentendo le parole di mio Padre mi accorsi che mi aveva lasciato andare da solo, nell'immediato provai la paura di cadere, ma non caddi e, non vi dico quale fu per me la soddisfazione, la gioia, l'euforia di aver imparato ad andare in "bicicletta". Beh si, di fatto io non ho mai avuto una bicicletta ma solo due ruote con il motore, infatti quella prima pedalata la feci su quello che si chiamava "Mosquito".

Da quel momento in poi fui la disperazione di mia Mamma, perchè iniziai a muovermi intorno alla casa anche con le altre moto e dato che la mia casa è proprio lungo la S.S.71 Tosco Romagnola, non tardai più di un mese ad imboccarla per raggiungere il paese di Serravalle per farmi vedere dai miei amici, che nel frattempo avevo conosciuto alle elementari.

Vedete! per me è difficile raccontarmi senza parlare troppo, proprio perchè forse come tanti di voi ho tante cose da raccontare, tanti aneddoti e tante esperienze e così ho pensato che la maniera migliore era di raccontare la mia vita in una maniera che per voi sia come una "storia" o meglio tante storie. E allora invece di fare un libro, che non ne sarei capace ho deciso di fare un sito che parlasse di Moto, Avventura, Arte, Storia e Viaggi.

Così ho pensato al nome e, sfidacontro è venuto proprio perchè mi sono reso conto che in tutta la mia vita ho dovuto e voluto affrontare delle sfide e ho pensato che anche per voi sarà così. Chi di voi non ha mai affrontato per piacere o per dovere una sfida? E quindi questo potrebbe essere il posto giusto per raccontare ognuno la propria.
Come?
Come stò facendo io, con le immagini, i video , gli itinerari i percorsi gli eventi, le avventure e i viaggi.

Non amo le corse spericolate, io adoro le strade inesplorate o dimenticate.
Non amo correre su una striscia di asfalto per migliaia di chilometri , andando in luoghi che non mi appartengono, io adoro visitare piccoli paesi, forse abbandonati dove ancora custodiscono la storia di quella terra, l'arte e la cultura.
Non amo fare la tappa nel bar in cima al valico, io adoro arrivarci percorrendo magari strade off-road.
Non amo i raduni per fare una mangiata in compagnia, io adoro cercare un buon ristorante tipico vicino ad un sito storico o una città d'arte.

Ecco questo sono un po io e se vi ho almeno incuriosito adesso potrete iniziare ad essere spettatori o protagonisti insieme a me in questo meraviglioso "viaggio".

Cos'è Sfidacontro

Se vuoi sapere cos'è Sfidacontro clicca sul logo quì accanto.

Seguitemi su

Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram